Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina.

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti, quali sigarette elettroniche e liquidi contenenti nicotina, e quindi abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. Le nostre sigarette elettroniche e i nostri liquidi contenenti nicotina non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. La nicotina, è una sostanza che crea un ‘elevata dipendenza. Uso riservato ai soli adulti e sconsigliato ai non fumatori. Per maggiori informazioni visita la sezione “Importante” di questo sito.
Il glossario delle e-cig
Il glossario delle e-cig

Il glossario delle e-cig

Il mondo delle e-cig, negli ultimi anni, è in continua crescita. L’evoluzione dei prodotti e della tecnologia legata alle sigarette elettroniche non si ferma mai: se hai ancora qualche curiosità da approfondire sulle e-cig, qui potrai trovare le tue risposte.

Dispositivi da svapo: scopri il glossario

Come capita con tutte le novità tecnologiche, anche il mondo della e-cig ha introdotto non solo una serie di dispositivi e innovazioni che prima non esistevano, ma anche termini del tutto nuovi. Scopriamo insieme il significato dei vocaboli connessi alla sigaretta elettronica: dalle tipologie di e-cig ai componenti dei dispositivi.

Sigaretta elettronica

Il termine “sigaretta elettronica” si riferisce al dispositivo che riscalda elettronicamente un liquido generando vapore, ed è una delle alternative al fumo tradizionale disponibili per i fumatori adulti. Esistono diverse tipologie di e-cig, tuttavia il principio di funzionamento di questi dispositivi è molto simile. Le sigarette elettroniche, infatti, attingono il liquido da un serbatoio o pod, che entra in contatto con un elemento riscaldante alimentato a batteria, generando vapore che può essere aspirato.

E-cig

Le “e-cig”, in realtà, non sono altro che un vocabolo inglese utilizzato per le sigarette elettroniche: questa parola infatti proviene dalla terminologia inglese e-cigarette. Il termine può quindi essere usato per indicare i dispositivi che riscaldano elettronicamente un liquido generando vapore.

I componenti delle sigarette elettroniche

Bocchino della sigaretta elettronica

Detto anche inalatore, è il componente di una sigaretta elettronica che si porta alle labbra e consente di inalare il vapore dalla stessa generato. Sulle sigarette elettroniche a sistema aperto occorre rimuovere il bocchino prima di ricaricare il cleromizzatore. Su altre sigarette elettroniche, come quelle a sistema chiuso, il bocchino è incorporato direttamente nella cartuccia.

Cleromizzatore

Il cleromizzatore è la parte della sigaretta elettronica, che contiene il liquido, conducendolo nel vaporizzatore grazie a uno stoppino. Può essere svitato dalla batteria e ricaricato con il liquido in base alle esigenze. Una piccola finestra in plastica permette di tenere sotto controllo il livello del liquido residuo.

Cartomizzatore

I cartomizzatori sono i componenti delle sigarette elettroniche, in cui viene stivato il liquido. Si tratta di una tecnologia più datata, se confrontata con i cleromizzatori. Diversamente da questi ultimi, infatti, non sono dotati di finestrella per controllare il livello del liquido.

Coil

Chiamato anche atomizzatore o vaporizzatore, il coil non è altro che la componente della sigaretta elettronica che trasforma il liquido in vapore mediante riscaldamento. È situata al centro del cleromizzatore o della cartuccia.

Stoppino

Lo stoppino assorbe e in seguito trattiene il liquido contenuto nel cleromizzatore di una sigaretta elettronica, trasportandone la quantità necessaria al coil o vaporizzatore. Viene realizzato generalmente in tessuto o cotone, in alcuni casi è composto in parte da silice.

I diversi tipi di sigaretta elettronica

Esistono tante tipologie di sigaretta elettronica in commercio, che si differenziano sia nel design che nella tecnologia. Le e-cig si dividono in dispositivi a sistema aperto o a sistema chiuso.

Le sigarette elettroniche a sistema aperto

Nelle sigarette elettroniche a sistema aperto è presente un serbatoio che, manualmente, deve essere riempito con il liquido.

Le sigarette elettroniche a sistema chiuso

I dispositivi a sistema chiuso, invece, utilizzano delle cartucce pre-ricaricate che contengono già il liquido e diversamente dalle sigarette elettroniche a sistema aperto, non richiedono la ricarica manuale del liquido.

I tipi di sigarette elettroniche più utilizzati dai fumatori adulti sono diverse, qui parliamo di quelle più famose.

Le penne svapo

Sono i dispositivi più diffusi, hanno una tecnologia a sistema aperto e un design di piccole dimensioni.

Le sigarette elettroniche con box mod

Sono dispositivi da svapo a sistema aperto con serbatoi più capienti e con diverse opzioni di personalizzazione della fumata.

I dispositivi da svapo con pod

Sono sigarette elettroniche a sistema chiuso con pod semplici e pratici da sostituire.

Le cigalike

Sono sigarette elettroniche a sistema chiuso con un design che ricorda le sigarette tradizionali.

Dispositivi da svapo con pod: nel dettaglio

Come abbiamo anticipato, i dispositivi da svapo con pod sono sigarette elettroniche a sistema chiuso, come VEEV. In questa tipologia di e-cig troviamo quindi due importanti componenti: il dispositivo e il pod. Il pod contiene il liquido: una volta applicato al dispositivo, rende possibile l’esperienza.

I pod

Nelle sigarette elettroniche a sistema chiuso, i pod sono una parte essenziale per il funzionamento del dispositivo. I pod o anche cartucce, sono infatti dei “contenitori” di liquido e possono essere sostituiti ogni volta che questo si esaurisce. In questo modo non è necessario dosare il liquido o aprire il serbatoio e l’esperienza può sempre svolgersi correttamente.

Possono essere trasportati più facilmente rispetto alle boccette, riducendo così il rischio di perdite di liquido e sono dotati di un bocchino integrato. Inoltre, consentono di superare il problema della sovrapposizione di diversi gusti nel passaggio da un liquido all’altro, poiché puoi cambiare gusto semplicemente sostituendo il pod. La sigaretta elettronica VEEV è un esempio di dispositivo con pod. Dato che non occorre ricaricare il liquido, per passare da un aroma all’altro basta sostituire il VEEV pod.

Svapo o svapare

Le parole “svapo” e “svapare” sono alcuni dei nuovi termini nati nella nostra lingua insieme alla diffusione mercato delle e-cig. Il significato di “svapare” è quello di indicare l’atto di inalare il vapore della sigaretta elettronica. Questa terminologia deriva dal verbo inglese “to vape”. Anche i termini “svapo” e “svapatore” hanno la stessa provenienza e indicano uno il vapore e l’altro il dispositivo.

La boccata svapo

Dal momento che le sigarette elettroniche sono completamente diverse dalle sigarette tradizionali, non si può più parlare di “tiro” durante un’esperienza. Per quanto riguarda lo svapo, si parla di “boccata”, che indica l’atto di inalare il vapore prodotto dalla e-cig.

Ogni sigaretta elettronica è dotata di un bocchino, detto anche inalatore ed è il componente di una sigaretta elettronica. Si porta alle labbra e consente di inalare il vapore dalla stessa generato. Sulle sigarette elettroniche a sistema aperto occorre rimuovere il bocchino prima di ricaricare il serbatoio. Su altre sigarette elettroniche, come quelle a sistema chiuso come VEEV, il bocchino è incorporato direttamente nel pod.

Liquido per sigaretta elettronica

Il liquido per e-cig, chiamato anche e-liquid o semplicemente liquido, è una sostanza che viene trasformata in vapore durante l’utilizzo della sigaretta elettronica. Le e-cig, infatti, generano vapore che può essere inalato: proprio attraverso il liquido forniscono all’esperienza aromi differenti tra loro e, in alcuni casi, nicotina.

In generale, un liquido è composto da: acqua, aromi, glicole propilenico, glicerina vegetale e nicotina. Gli elementi più peculiari sono proprio il glicole propilenico e la glicerina vegetale, entrambi usati anche come additivi alimentari. La diversa combinazione di questi due elementi permette di regolare la dolcezza del sapore, intensità della svapata e densità del vapore emesso con la vaporizzazione del liquido presente nella sigaretta elettronica.

Glicerina vegetale

La glicerina vegetale (VG) è presente tra gli ingredienti che compongono gli stick di tabacco riscaldato, oltre che in molti liquidi per sigarette elettroniche (e-cig) ed è l’elemento che rende più denso e voluminoso il vapore generato dai dispositivi elettronici. Limitatamente alle sigarette elettroniche, se non conservata correttamente può causare ostruzioni al meccanismo interno della e-cig.

Glicole propilenico

Si tratta di uno dei componenti fondamentali dei liquidi per sigarette elettroniche (e-cig o ecig). Il glicole propilenico (PG) è utilizzato, tra le altre cose, per la produzione di alimenti o della plastica. Consente un aroma più intenso, e tende a causare meno ostruzioni nel sistema della e-cigarette.

Aromi dei liquidi per la sigaretta elettronica

Il liquido per le e-cig, che è contenuto all’interno di un serbatoio o di un pod, può variare sia nel gusto che nella quantità di nicotina presente al suo interno. È per questo che si parla di aromi: il liquido, a seconda della sua composizione, riesce ad aromatizzare il vapore rilasciato dalla sigaretta elettronica. Le varianti di aroma sul mercato sono molteplici e rendono possibile la scelta per ogni utilizzatore di dispositivi da svapo.

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.