Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina.

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti, quali sigarette elettroniche e liquidi contenenti nicotina, e quindi abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. Le nostre sigarette elettroniche e i nostri liquidi contenenti nicotina non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. La nicotina, è una sostanza che crea un ‘elevata dipendenza. Uso riservato ai soli adulti e sconsigliato ai non fumatori. Per maggiori informazioni visita la sezione “Importante” di questo sito.
Chi e quando ha inventato la sigaretta elettronica? Una breve storia delle e-cig
invenzione sigaretta elettronica

Chi e quando ha inventato la sigaretta elettronica? Una breve storia delle e-cig

Ti interessa sapere a quando risale l'invenzione della sigaretta elettronica? Partiamo dal principio. La sigaretta elettronica è considerata un prodotto abbastanza recente, anche se, stando ad alcune fonti a livello concettuale lo svapo esiste già dagli anni Venti.

Era il 1927 quando un certo Joseph Robinson crea il primo vaporizzatore elettrico, un dispositivo che “produceva vapori grazie all’elettricità o comunque tramite calore”. Da lì in poi, negli anni, sono state ideate varie tipologie di sigarette elettroniche. Fino ad arrivare a oggi: lo svapo è un’alternativa senza fumo scelta da tantissimi fumatori adulti in tutto il mondo.

Cosa significa svapare?

Il termine "svapare" indica l’utilizzo di una sigaretta elettronica, ossia di un dispositivo alimentato a batteria che riscalda un apposito liquido, che può contenere nicotina.

Ma come funziona? Quando il liquido entra a contatto con l’elemento riscaldante del dispositivo, inizia a evaporare e crea un vapore che poi viene inalato.

Le e-cig, inoltre, variano per forme e dimensioni e sono disponibili in svariate opzioni. Alcune sigarette elettroniche sono del tutto monouso, mentre altre si possono riutilizzare. Alcune hanno l’aspetto estetico delle sigarette tradizionali (le cosiddette “cigalike”), altre invece, richiamano nella forma sigari o penne. I liquidi per sigaretta elettronica sono in continuo aumento e alcuni presentano concentrazioni variabili di nicotina.

Chi e quando ha inventato la prima sigaretta elettronica?

La storia delle sigarette elettroniche è quasi centenaria, soprattutto se consideriamo anche i primi modelli. Il concetto di e-cig è stato ripreso in varie forme da personaggi quali Joseph Robinson, Herbert A. Gilbert, Phil Ray, Norman Jacobson e Hon Lik.

È stato Joseph Robinson a inventare il primo vaporizzatore elettrico?

Come accennavamo prima, sembrerà sorprendente, ma l’idea alla base dello svapo esiste da quasi 100 anni. Nella seconda metà degli anni Venti, l’americano Joseph Robinson, infatti presenta il primo brevetto per un “vaporizzatore elettrico” poi approvato a fine del decennio.

Herbert A. Gilbert - fu lui a inventare la prima sigaretta elettronica senza fumo e tabacco?

Nel 1963, Herbert A. Gilbert presenta un brevetto per la sua invenzione: un dispositivo che denomina “sigaretta senza fumo e tabacco” e che assomiglia molto alle sigarette elettroniche odierne. Gilbert, però, non ottiene finanziamenti per la sua invenzione. Così il brevetto scade senza che l’invenzione sia mai stata commercializzata. Lui viene comunque citato più e più volte da altri inventori, tra cui lo stesso Hon Lik, considerato da molti l’inventore della sigaretta elettronica moderna.

Phil Ray e Norman Jacobson - come è nato il termine “svapo”?

L’idea dello svapo, così come la conosciamo ai giorni nostri, inizia a concretizzarsi negli anni Ottanta. I termini “svapo” e “svapare” risalgono infatti allo stesso periodo, almeno in lingua inglese.

Phil Ray, il padre del microprocessore e il direttore del programma spaziale Apollo, era anche un fumatore. Inizia a lavorare a una “sigaretta senza fumo” assieme a Norman Jacobson. Il prodotto non prevedeva la combustione e si discostava da alcune delle invenzioni precedenti poiché somministrava una dose di nicotina. L’aspetto, il colore e la forma erano, però, quelli di una sigaretta vera e propria. Il dispositivo era dotato di un filtro in carta intriso di nicotina, che veniva inalata senza combustione o fumo.

Ray e Jacobson, veri ricercatori nella somministrazione di nicotina, lanciano il prodotto sul mercato senza, però, ottenere alcun successo. Durante i test svolti sul prodotto, Ray aveva preferito non chiamare i partecipanti “fumatori” poiché a suo avviso non “fumavano” in senso stretto. Ecco, perché introduce il termine “vape”, la cui traduzione italiana è “svapo” e “svapare”, che vengono utilizzati tuttora.

Hon Lik - è lui l’inventore della prima sigaretta elettronica moderna?

Dobbiamo attendere i primi anni 2000 per la sigaretta elettronica moderna e per il successo commerciale di questo prodotto. La sigaretta elettronica moderna così come la conosciamo oggi fu inventata da Hon Lik. Le prime versioni del prodotto di Lik, anche lui fumatore, erano grandi e ingombranti. Era convinto però che il prodotto dovesse essere più comodo: rendendolo portatile e adattandolo meglio alle esigenze quotidiane sarebbe stato accettato dal pubblico come valida alternativa alle sigarette tradizionali.

Alla fine, Lik sviluppò un dispositivo più piccolo e perfezionato che, tramite un elemento a ultrasuoni ad alta frequenza e una resistenza a filo riscaldato, trasformava in vapore un liquido contenente nicotina. Fu brevettato nel 2003 e nel 2004 le sigarette elettroniche sbarcarono sul mercato cinese. Le vendite a livello mondiale iniziarono nel 2005.

Perché è stata inventata la sigaretta elettronica?

La maggior parte degli inventori dei “dispositivi da svapo” erano fumatori alla ricerca di un’alternativa alle sigarette tradizionali. Molti si resero conto del potenziale di un dispositivo che forniva nicotina senza quello che, a detta loro, era il problema principale: la combustione.

Oggigiorno le sigarette elettroniche sono alternative senza fumo alle sigarette tradizionali: riscaldano liquidi per e-cig, che possono o meno contenere nicotina, rilasciando vapore senza combustione.

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.