Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina.

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti, quali sigarette elettroniche e liquidi contenenti nicotina, e quindi abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. Le nostre sigarette elettroniche e i nostri liquidi contenenti nicotina non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. La nicotina, è una sostanza che crea un ‘elevata dipendenza. Uso riservato ai soli adulti e sconsigliato ai non fumatori. Per maggiori informazioni visita la sezione “Importante” di questo sito.
Problemi con la sigaretta elettronica: perché può esserci il sapore di bruciato?
sigaretta elettronica sapore bruciato

Problemi con la sigaretta elettronica: perché può esserci il sapore di bruciato?

A volte, utilizzando l’e-cig si può percepire il sapore di bruciato. Per capire le possibili cause di questo evento, è utile comprendere come si origina il vapore in una sigaretta elettronica.

Le sigarette elettroniche emettono vapore quando il liquido apposito si riscalda ed evapora.

Durante l’accensione di una sigaretta elettronica con resistenza, ad esempio una box mod, lo stoppino (di solito in cotone) assorbe il liquido; in seguito, la resistenza del dispositivo riscalda lo stoppino per originare il vapore. Lo svapo può dare la sensazione di sapore di bruciato quando la resistenza inizia a usurarsi (per via dell’accumulo e del riscaldamento dei residui dei liquidi per sigarette elettroniche) oppure quando uno stoppino asciutto (ossia non intriso) e i residui di liquido si surriscaldano. Per risolvere il problema, si consiglia di sostituire periodicamente la resistenza o di immergere correttamente lo stoppino nel liquido prima di utilizzarlo.

Nei dispositivi da svapo senza resistenza, ad esempio quelli con pod, spesso il liquido per sigaretta elettronica è direttamente a contatto con l’elemento riscaldante del pod e, anche in questo caso, evapora quando è riscaldato. Le sigarette elettroniche con pod, come VEEV ad esempio, diminuiscono le probabilità che lo svapo sappia di bruciato. Dato che i pod riempiti di liquido sono stati progettati appositamente, la formula è stata ottimizzata affinché la quantità di liquido per e-cig, che entra in contatto con l’elemento riscaldante, sia sufficiente. Inoltre, visto che non ci sono resistenze o stoppini, diminuisce l’eventualità che lo svapo sappia di bruciato.

La sigaretta elettronica può dare la sensazione di sapore di bruciato anche quando utilizza liquidi con un’alta concentrazione di glicerina vegetale (VG). La viscosità della glicerina vegetale, infatti, tende a ostacolare il flusso di liquido verso lo stoppino: di conseguenza, non ne arriva a sufficienza, il liquido si surriscalda e si accumula il residuo sullo stoppino.

Come si può determinare quando la resistenza va sostituita?

Le resistenze delle sigarette elettroniche a sistema aperto, come le box mod, hanno una durata determinata, quindi ad un certo punto c’è bisogno di cambiarle. Tra gli indizi a cui prestare attenzione per capire se la resistenza è piena di residui e va sostituita, ci sono:

  • Sensazione di sapore di bruciato: se lo svapo sa di bruciato e copre completamente il gusto del liquido per sigaretta elettronica, la resistenza potrebbe dover essere sostituita.

  • Perdite: se si verificano perdite di liquido dal dispositivo, potrebbe essere il momento di sostituire la resistenza. Spesso, nel caso di resistenze usurate, i residui del liquido per sigaretta elettronica intasano lo stoppino e l’atomizzatore non produce più vapore a sufficienza, causando la fuoriuscita del liquido dai fori.

  • Non abbastanza vapore: man mano che la resistenza si usura, è probabile che il dispositivo emetta meno vapore. Ciononostante, un’emissione scarsa di vapore potrebbe anche indicare che la batteria potrebbe essere scarica o difettosa.

Se è da un po’ che non si sostituisce la resistenza e il dispositivo presenta uno o più degli indizi sopraindicati, probabilmente è ora di cambiarla.

Con che frequenza andrebbe sostituita la resistenza della sigaretta elettronica?

La resistenza della sigaretta elettronica andrebbe sostituita periodicamente per evitare che lo svapo possa dare la sensazione di sapore di bruciato.

Quando sostituisci la resistenza, ricordati di prepararla adeguatamente all’utilizzo. Di seguito qualche consiglio di carattere generico legato alle sigarette elettroniche, ma per essere certi è sempre d’obbligo attenersi alle istruzioni del produttore:

  • versa qualche goccia di liquido per sigaretta elettronica nei fori dello stoppino e nella sommità della resistenza;

  • inserisci la resistenza nell’alloggiamento;

  • chiudi la sigaretta elettronica;

  • riempi il serbatoio con il liquido per sigaretta elettronica;

  • non toccare il dispositivo per 10 minuti per assicurarsi che il liquido arrivi allo stoppino.

Come evitare il sapore di bruciato durante lo svapo

Per evitare il sapore di bruciato, spesso può essere sufficiente sostituire la resistenza e prepararla correttamente al suo utilizzo. La procedura dipenderà dalla sigaretta elettronica ed è necessario attenersi alle istruzioni del produttore.

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.